Porta bloccata: le azioni che dovranno essere assolutamente evitate

porta

A tutti potrebbe capitare, almeno una volta nella vita, di ritrovarsi con la porta di casa bloccata. Se si ha la fortuna di essere bloccati in casa, con la possibilità di intervento esterno, di sicuro la situazione potrebbe risolversi in modo particolarmente rapido e accelerato, mentre in alcuni casi potrebbe essere più difficile riuscire a entrare in casa poiché si è rimasti bloccati fuori casa con la porta che non riesce ad aprirsi, per quanto si provi ad inserire la chiave, e nessuna persona è presente all’interno della casa pronta ad aprire la porta dall’interno.

In questi casi, tantissime persone non sanno come agire e, facendosi prendere dal panico, iniziano a compiere azioni sbagliate, come a voler scassinare la porta della propria casa, inserendo carte di credito, forzando la porta con la chiave, servendosi di altri strumenti o iniziando a spintonare la porta cercando di aprirla. Nulla di più sbagliato, dal momento che ciò potrebbe provocare dei problemi ai meccanismi di una porta e, di conseguenza, la risoluzione di un problema, anche se minimo, potrebbe essere molto più difficile. 

Tuttavia, se si riesce a mantenere la calma, servendosi di un qualsiasi professionista come un fabbro vicino Monza o altri specialisti del settore, si riuscirà a ottenere la propria soluzione nel migliore dei modi e, soprattutto, in modo rapido e semplice. Per fare ciò, però, bisognerà scongiurare assolutamente la realizzazione di alcune azioni che potrebbero essere ritenute come assolutamente gravi e dannose per la salvaguardia della propria porta di casa. Ecco quali sono le azioni che dovranno essere necessariamente evitate quando la propria porta di casa è bloccata.

Evitare di forzare la serratura o utilizzare strumenti pericolosi

Prima tra le azioni che dovranno essere necessariamente evitate quando la propria porta di casa è bloccata riguarda, generalmente, l’utilizzo di strumenti non adeguati per riuscire ad aprire una porta di casa. Tantissime persone pensano che la porta di casa possa essere aperta con qualsiasi strumento che capita a tiro, ignorando il fatto che una porta di casa, specie se blindata, è realizzata per evitare e scongiurare qualsiasi tentativo di effrazione e proteggere la propria abitazione. Dal momento che una porta di casa non riconosce i suoi proprietari, qualsiasi tentativo di ingresso non autorizzato interno dell’appartamento, attraverso il regolare utilizzo di chiavi, sarà assolutamente dannoso per la porta, che potrebbe anche presentare delle rotture di meccanismi presenti all’interno di una serratura. 

Tantissime persone, affascinate da serie tv o film, pensano che una porta di casa possa essere aperta con una graffetta, una carta di credito inserita al lato sulla propria serratura o attraverso altri strumenti che, fatti strisciare velocemente, potrebbero portare la porta ad aprirsi. In realtà, a meno che i sistemi di protezione della porta non siano effettivamente troppo scadenti, servirsi di uno strumento di questo tipo provocherà semplicemente una rottura dei meccanismi presenti all’interno della porta o, semplicemente, una mancata risoluzione del proprio problema. È importantissimo cercare di mantenere la calma e non andare nel panico, rivolgendosi a professionisti del settore come vigili del fuoco o fabbri, in base alla portata del proprio problema. 

Se la porta bloccata caratterizza un’emergenza, dal momento che all’interno della propria casa è presente una persona anziana o disabile, ci si potrà rivolgere a vigili del fuoco che risolveranno il proprio problema non badando troppo alle eventuali rotture di porta o altre strutture presenti all’interno della propria casa, dal momento che il loro obiettivo è quello di risolvere la problematica; in caso contrario, ci si potrà affidare a un fabbro o un professionista del settore che risolva il problema in modo molto più significativo, servendosi di strumenti adeguati.